“The Work”

0

Sono tanti i talenti gioiesi in giro per il mondo, uno di questi è sicuramente Lorenzo Donvito, 34 anni, da diversi anni di base a New York. Di recente, ha dato vita a “The Work”, un progetto di scrittura creativa con degli interessanti sviluppi. “Ho ufficiosamente lasciato l’Italia a 18 anni e ufficialmente a 21 anni”, ricorda Lorenzo, “ e dodici anni fa mi sono trasferito a New York per conseguire i miei studi universitari. Qui mi sono dedicato alla traduzione: traduco documenti legali ed accademici dall’italiano, spagnolo e francese all’inglese. Dopo cinque anni come impiegato in uno studio legale ho deciso di avviare la mia libera professione e sono circa cinque anni o poco più che lavoro in maniera autonoma. Il mio amore per la scrittura creativa mi ha poi ispirato per “The Work” (Il Lavoro)”. Questo progetto nasce dall’importanza che il lavoro ha per Lorenzo: “Il bello di cominciare da zero in una terra nuova è quello di poter quantificare il proprio operato grazie al proprio lavoro senza contare su altro. Amo lavorare e per me il lavoro è stato ed è ancora la maniera più efficiente per raggiungere i miei mille traguardi. The Work è una piattaforma dove presento foto e racconti tutti personali, sinceri, nati ed ispirati da eventi vissuti in prima persona nei 6 paesi stranieri in cui ho passato del tempo. The Work però non vuole onorare solo il lavoro fisico e professionale ma anche il lavoro emotivo che personalmente ho dovuto e continuo a fare su me stesso per farmi spazio nel mondo. Vivere il multiculturalismo ed il multilinguismo porta alla luce nuove problematiche di cui, credo, si parli poco soprattutto quando parliamo di patriottismo, senso di appartenenza ed il rapporto con il paese natale. The Work è il ponte che connette il sogno e la realtà, di nuovo, il lavoro psicologico e fisico. I racconti, scritti da me in italiano ed inglese, parlano di temi disparati ed in chiave emotiva, avvalendomi del flusso di coscienza caro a Joyce. Un racconto in particolare “Mondo di Specchi” che tratta del mio coming out filtrato tramite il mio senso d’introspezione è stato scelto da una casa di produzione indipendente che ha deciso di farci un cortometraggio. Abbiamo appena finito le riprese ed il corto, in cui sono io l’unico attore, farà il suo debutto a fine dicembre”.

Ma il progetto non si limita solo ai racconti e a questo corto, spiega Lorenzo: “Cercherò di usufruire di collaborazioni con altri scrittori, disegnatori, fumettisti e sensibilità artistiche con cui lavorare per parlare di vita vera ma sempre di sfumature. La pagina instagram sta crescendo (IG: the_work_by_lz) e molti lettori sembrano apprezzare il mio stile di scrittura. Desidero continuare a condividere storie, magari poter realizzare una serie Netlfix a riguardo o scrivere un libro dove poter dare voce a temi nuovi come: le difficoltà del bilinguismo, il patriottismo come malattia, la curiosità senza età, la sessualità senza etichette, il sessismo, il valore della pazienza, della perseveranza e l’abilità di ascoltarsi non per emulare gli altri ma per crearsi. Nei miei post bisettimanali troverete un po’ di tutto”. Per maggiori informazioni: www.theworklz.com;instagram: the_work_by_lz.

Giuseppe Santoiemma

Clicca e condividi
  • Gioia Oggi

    Quindicinale di informazione: Reg. Trib. Bari n.1109/92 A.S.Volley Club A. Kouznetsov - Via 1° Bovio, 7 - Gioia del Colle.
    Partita IVA: 0603 4870 722
    C. Fiscale: 9105 2770 723
    Direttore Responsabile: Cosimo Muschitiello
    Direttore Editoriale: Patrizia Nettis
  • Segnalazioni

    Invia la tua segnalazione. Clicca ed entra nella sezione dedicata. Presto online
  • Gioia oggi è social

Tutti i diritti riservati. Vietata la riproduzione parziale e/o totale dei contenuti. Portale sviluppato da WebLabpro