Prosegue l’impegno sul campo per i ragazzi della Football Academy

0

Prosegue l’impegno sul campo per i ragazzi della Football Academy, che hanno ripreso le attività dei campionati di base. A fare il punto della situazione è il presidente della scuola calcio gioiese Pino Caserta: «Tutto procede positivamente per quanto riguarda i nostri gruppi sia a livello di attività che di risultati. Sabato nell’anticipo ad Ostuni i Giovanissimi sono stati protagonisti di una prestazione positiva, anche se sono usciti sconfitti per 1-0 a causa di un rigore abbastanza dubbio. La squadra ha mostrato un bel gioco, ha avuto delle occasioni per fare gol, magari quello che manca è un po’ di cinismo sotto rete, resta la prestazione su un campo in terra battuta completamente bagnato. E anche nella penultima giornata, giocata contro il Monopoli che è fuori classifica, la squadra ha destato un’ottima impressione, tanto che il Monopoli ha messo gli occhi su tre nostri ragazzi. E tutte le altre categorie che hanno ripreso i campionati di base inanellano vittoria dopo vittoria, tutto positivo». Nel pomeriggio di mercoledì altre importanti indicazioni da un’amichevole di lusso tra l’under 15 e i pari età del Matera, come conferma il presidente Caserta: «Il Matera ci ha chiesto di fare un’amichevole perché non avevano la disponibilità del campo. Ne abbiamo approfittato per dare ai nostri ragazzi l’opportunità di mettersi in mostra al cospetto di una società professionistica, composta da 2004 e che si sta comportando ottimamente nel campionato nazionale di competenza. I nostri ragazzi, nonostante il divario tecnico e fisico che c’era, hanno dato vita ad una grande prestazione. Probabilmente non sarà l’unica volta quest’anno in cui verranno a farci visita, visti anche gli ottimi rapporti che abbiamo con la società per quanto riguarda l’operazione di mercato che ha coinvolto Mirko». E proprio per il passaggio nei giorni scorsi del bomber Mirko Caserta al Matera, l’amichevole ha rappresentato un curioso amarcord: «È stato strano, le sensazioni sono state tante e sono state forti» ha spiegato Caserta. «Vedere un ragazzo che è nato in quel campo con i nostri colori venirti ad affrontare da avversario, essendo anche un figlio, è stata una grande emozione. Poi Mirko ha fatto anche una tripletta…». Intanto la Football Academy è al lavoro in vista dei prossimi impegni con la Torino FC Academy, come sottolinea il presidente: «Si comincia a raccogliere i frutti di questi primi sei mesi di attività, ci saranno diverse uscite, a cominciare dalla trasferta a Torino del 26 e 27 febbraio. Sono stati convocati in sette tra tesserati ed ex tesserati della Football Academy, sarà l’ennesima bella avventura che regaliamo ai nostri tesserati. L’obiettivo resta quello di dare questa possibilità a più ragazzi possibile, far vivere queste emozioni che resteranno per tutta la vita a prescindere da quello che succederà in futuro. Essere affiliati al Torino e avere queste convocazioni da una società di questo calibro non è da tutti, è già un privilegio poter partecipare a questo tipo di vetrina. Al tempo stesso essere convocati non significa che questi ragazzi avranno un futuro garantito in Serie A. È un’esperienza formativa che diventa più specifica quando i ragazzi vengono selezionati e portati a Torino, l’obiettivo resta quello di far respirare l’aria del professionismo. Vengono dati tutti gli strumenti per assecondare i ragazzi nel loro percorso; fare di un ragazzo un calciatore è una possibilità, non una priorità; la priorità è quella di fornire un bagaglio di esperienze che servirà nella vita di tutti i giorni, per costruire gli uomini del futuro». «Siamo contenti di come sta andando questa stagione, che secondo lo staff è senza ombra di dubbio la migliore in otto anni di gestione» conclude il presidente Caserta. «Abbiamo trovato un equilibrio nel rapporto tra tecnici, società e genitori, abbiamo delle regole non scritte valide per tutti».

Livio Addabbo

Clicca e condividi