“Malawi… Volontariamente”, continua il progetto dei volontari APCVT

0
malawi
Ad un anno dalla realizzazione delle prime water pump e pre-school, i volontari di Bari e Brindisi torneranno in Africa per costruire il primo vero centro di formazione
Dal 22 aprile al 5maggio il progetto “Malawi…Volontariamente”riparte con 3 volontari dell’Associazione Protezione Civile Volontari Torchiarolo che torneranno in Africa, nella regione meridionale del Malawi, nel distretto Blantyre e nei villaggi Nthatha e Mwansambo.
Uno degli obiettivi principali del progetto, nato nel 2017 dal desiderio dei Volontari APCVT (gli stessi che gestiscono il servizio di assistenza ai passeggeri a ridotta mobilità negli aeroporti di Bari e Brindisi) di allargare i propri orizzonti e mettere al servizio delle popolazioni africane le proprie competenze, è quello di costruire una pre-school per i bambini, avviare una rete di solidarietà che possa sostenere il progetto nel tempo e di avvicinare la popolazione africana alla cultura dello studio tramite la formazione di “Maestri d’infanzia”. La prima parte del progetto, portata a termine nel marzo dello scorso anno, ha visto la costruzione di una water pump nel villaggio di Mwasambo e di una pre-school nel villaggio Nthatha, oltre alla donazione di medicinali e prodotti sanitari all’orfanotrofio “Alleluya Care Center e il censimento di 50 bambini della pre-school.
Ad un anno dalla costruzione delle prime strutture a sostegno della popolazione locale, 3 volontari dell’associazione – il presidente Giovanni Liaci con Elisa Papagni e Maria Enriquenz – realizzeranno la seconda parte del progetto: la costituzione di un vero e proprio “Centro di Formazione”. Grazie alla concessione da parte delle autorità locali di un terreno in comodato d’uso per 99 anni, i volontari avvieranno la costruzione di altre scuole e la formazione di insegnanti locali che avranno il compito di trasmettere ai bambini un’educazione utile all’autosostentamento.
L’educazione, infatti, è il punto cardine della seconda parte dell’iniziativa, perché l’associazione e i volontari credono fortemente nello sviluppo culturale e sociale dei villaggi africani, per un futuro più sereno e una vita qualitativamente migliore.
Adotta anche tu un bambino della pre-school, regalagli un futuro dignitoso, contribuisci a migliorare la sua vita e permetti ai volontari di tornare nei villaggi per monitorare l’andamento delle opere realizzate.
Clicca e condividi