In libertà i due gioiesi arrestati, esclusa l’attività di spaccio

0

gioia oggi

Sono già tornati in libertà i due giovani gioiesi arrestati il 10 maggio scorso con l’accusa di possesso e spaccio di sostanze stupefacenti. Nell’udienza di convalida il Giudice monocratico presso il Tribunale di Bari ha convalidato l’arresto, li ha rimessi in libertà non ritenendo necessaria alcuna misura cautelare ed ordinando il dissequestro delle somme sequestrate durante la perquisizione. Nell’ordinanza il giudice, infatti, ha scritto: “ritenuto che allo stato non ci sia prova del nesso sussistente tra le somme di denaro e l’attività di presunto spaccio svolta” dalla coppia, le stesse vanno restituite.

Il legale dei due gioiesi, l’avv. Filippo Castellaneta, ha dichiarato: I miei assistiti hanno giustificato in maniera piena e logica sia il possesso dello stupefacente sia del denaro che ha una provenienza assolutamente lecita. Entrambi nonostante la giovane età svolgono da tempo attività lavorative ben avviate. Nessuna prova e neanche indizio di un supposto spaccio ed infatti il Giudice li ha rimessi in libertà, disponendo la restituzione del denaro e dei cellulari”.

I due saranno processati a settembre con rito abbreviato per il possesso di stupefacenti.

Clicca e condividi