Le angurie di Bartolomeo D’Aprile sbarcano all’aeroporto di Bari

0

Atterrare in Puglia non è mai stato così dolce e gustoso. Dal 15 giugno ad accogliere turisti e pendolari in arrivo all’aeroporto internazionale di
Bari ci pensa il gioiese Bartolomeo D’Aprile che, dopo aver girato lo scorso anno tutta la Puglia in sella alla propria sidecar vendendo angurie, ha
deciso di fermarsi tre mesi dinanzi al terminal degli arrivi di uno degli aeroporti più frequentati d’Italia, grazie agli accordi intercorsi con l’amministrazione dell’aerostazione barese. Tutti pazzi per questo progetto, vera e propria rivoluzione nel campo della vendita della frutta e, più in generale, dell’imprenditoria agricola che, potenziale fiore all’occhiello della nostra terra, trova nuova linfa e futuro in idee così originali e lungimiranti come quelle del giovane Bartolomeo che, cresciuto tra i campi della sua azienda di famiglia, oggi intende proseguire quest’attività sviluppando un nuovo format di impresa agricola. A passo con i tempi.
“Sono tutti piacevolmente sorpresi, soprattutto i pugliesi che vivono all’estero e tornano qui, i quali, appena atterrati, come primo benvenuto, vedono un pezzo di Puglia che ricorda i tempi dell’infanzia e della giovinezza, di quando si trascorreva l’estate in campagna con la famiglia e con le angurie” – commenta Bartolomeo – e così ritrovano quei valori alla base della nostra storia e anche del nostro progetto”. La tradizione, quindi, di un’attività che si tramanda di padre in figlio si accompagna all’evoluzione e ad una invariata ed elevata qualità dei prodotti e a un packaging accattivante e igienico. “Molti turisti vengono, comprano, arrivano sul bus o nella metro e risalgono per prendere il bis, perché piace l’idea di diversificazione, dell’anguria fresca al posto del solito caffè. – spiega ancora – apprezzano molto il nostro modus operandi, il fatto che produciamo questa frutta nella nostra azienda agricola e ci teniamo affinché tutti siano soddisfatti, perché sia una vendita quanto più emozionale possibile”. È un’attività temporanea, che durerà per il solo periodo estivo, ma che già dai primi giorni sta entusiasmando tutti, dai turisti agli operatori dell’aeroporto. E intanto qualcuno si va informando per sapere in quanto tempo l’azienda D’Aprile riuscirebbe a consegnare le proprie angurie a Milano. Forse, per la prossima estate, sarà il caso di salire ancora in sella alla sidecar, per oltrepassare i confini della Puglia, verso altre direzioni e altri obiettivi. Portando il nostro paese e questi prodotti homemade lontano. Esattamente dove ci auspichiamo che Bartolomeo possa arrivare. Con le sue idee e la sua innata capacità di guardare oltre.

Clicca e condividi