La Gioiella Micromilk G.d.C. centra l’obiettivo spareggio play-off

0

Dopo un grandissimo successo in rimonta sulla Sigma Aversa (2-3 con i seguenti parziali 25-18, 25-22, 19-25, 20-25, 17-19), la squadra del presidente Nino Giordano, ad una giornata dal termine della seconda fase, si regala il passaggio del turno e la chance di rientrare fra le prime otto squadre della serie cadetta.

Per conoscere l’avversaria del Real, però, bisognerà attendere l’esito del derby contro l’Aurispa Alessano nell’ultima sfida di campionato al PalaCapurso, che sarà decisiva per l’assegnazione del primo posto nella pool B.

Al momento, la classifica del girone A dice Monini Spoleto in caso di chiusura della regular season in seconda posizione e Videx Grottazzolina in caso di vittoria finale del raggruppamento.

 

La cronaca del match – Ecco i sestetti di partenza. La Sigma Aversa scende in campo con la diagonale palleggiatore-opposto targata Pinelli-Santangelo, i martelli Libraro e Simeonov, i centrali Vigil Gonzalez e Giacobelli e, per concludere, con Marra a presidio del reparto arretrato. La Gioiella Micromilk risponde con Marchiani in cabina di regia, Cetrullo opposto, Joventino e Grassano schiacciatori di posto 4, Erati e Scopelliti centrali ed, infine, con Casulli libero.

L’iniziale fase di studio del match lascia subito spazio al primo break della Sigma Aversa (13-9), confezionato dal duo Santangelo-Giacobelli. Il gioco biancorosso stenta a decollare, i padroni di casa ne approfittano e volano sul 18-13, grazie ad una fiondata da posto 4 di Simeonov. La compagine normanna riesce ad amministrare agevolmente il suo vantaggio (24-17, block out di Libraro) e chiude i conti con un primo tempo vincente di Giacobelli (25-18).

Al ritorno in campo, la Gioiella Micromilk si pone immediatamente al comando delle operazioni e, trascinata dall’asse Marchiani-Cetrullo, mette a segno uno strappo importante (6-9). La risposta dei campani non si fa attendere ed è così rabbiosa (5-0) da capovolgere la situazione sul rettangolo di gioco (11-9). Mister Spinelli corre ai ripari, inserendo Bernardi in cabina di regia e Luppi al centro. La contesa prosegue sul filo dell’equilibrio sino al 21-20, quando una serie di errori in ricezione dei pugliesi proiettano Pinelli e soci ad un passo dalla vittoria del secondo game (24-20). Il tentativo di rimonta in extremis non riesce (24-22), Libraro sfrutta al massimo il suggerimento di Simeonov e regala ai suoi il doppio vantaggio nel computo set (25-22).

Nel terzo atto del match, la truppa del mister Spinelli è subito avanti con un gran muro di Cetrullo (9-12). L’opposto abruzzese si rivela ancora determinante nella parte centrale del set, quando, con un mani out di giustezza (9-14), semina la Sigma e lancia la fuga Real. Lo sprint gioiese si arresta sul definitivo 19-25, finalizzato da Scopelliti con un muro imperioso su Santangelo. Si riaprono i giochi al PalaJacazzi (2-1).

Il duello fra i due sestetti continua con un emozionante testa a testa nel quarto parziale (13-13, 15-15). A rompere gli indugi ci pensa uno scatenato Erati dal centro, che prima trasforma in oro una perfetta alzata di Marchiani (15-16) e poi sbarra il passaggio a Simeonov (15-17). Un ace di Cetrullo incrementa il gap di vantaggio sulla Sigma (17-20), che cede definitivamente dopo l’errore in battuta di Vigil Gonzales e l’attacco out di Santangelo (20-23). È parità nel computo set (20-25). Si va al tie-break.

Nell’ultimo capitolo dell’incontro, la Gioiella Micromilk, dopo il prezioso break iniziale (3-7), sciupa tutto e si presenta al cambio di campo a -1 dagli avversari (8-7). La Sigma spinge forte sull’acceleratore e aumenta il divario dalla squadra barese (11-8) con una sassata di Santangelo e il block out vincente di Vigil Gonzalez. In un momento delicatissimo della gara, il Real ha il merito di non mollare la presa e di riacciuffare i padroni di casa in ben due occasioni (sul 12-12; sul 14-14 dopo lo strappo campano sugellato dall’ace di Pinelli). Si va ai vantaggi. L’esito della battaglia resta in bilico sino al 17-17, momento in cui l’errore al servizio dei normanni (17-18) e la diagonale stretta di Cetrullo da posto 2 (17-19) fanno calare il sipario sul match e decretano l’accesso del Real allo spareggio play-off

Clicca e condividi