“Il Magna Grecia Awards torna a Gioia del Colle per restarci.”

0

Inizia con questa premessa la conferenza stampa di presentazione il Sindaco, Johnny Mastrangelo.

Presentato martedì 23 luglio nella Sala Javarone del Comune un premio che ha già calcato il palcoscenico Gioiese nel 2007, nato 23 anni fa dal genio creativo del regista e scrittore pugliese Fabio Salvatore, insieme a suo padre Franco per valorizzare l’operato di uomini e donne, figli di nuove forme culturali e comunicative, contaminate dall’esaltazione e dalla fioritura di grandi intelletti segnati dagli ideali e valori della Magna Grecia.

Una serie di riconoscimenti pensati e tributati in armoniche suggestioni, donate da chi ha ben saputo imprimere i percorsi storici, umani e professionali di questa “Grande Madre”, culla di cultura e di civiltà e che quest’anno rientra nel cartellone «IOHA(ae)StaS», il calendario di eventi promosso dall’amministrazione comunale, e in particolare dall’assessorato alla Cultura, per i mesjini estivi.

“Torna per restarci” gli fa eco Fabio Salvatore, un uomo, prima che un artista, che nelle sue parole e nelle sue manifestazioni esprime il suo amore per la Magna Grecia, la Grande Madre.

La cultura, il cuore ed i valori. Da qui l’incontro con la Galleria Nartist. Un incontro che ha permesso al Magna Grecia Awards di tornare a Gioia del Colle, grazie alla sua proposta della Galleria di vivere l’arte come esperienza quotidiana, con veri e propri mecenati e piena volontà di legarsi a una intensa narrazione territoriale e valoriale. “Nel dna di Nartist c’è volontà di creare sinergia per produrre valore – ha detto per Nartist Gianfranco Nicastri –una sinergia collaborativa per sostenere l’arte e la cultura.”

Amore per la Grande Madre quello di Salvatore che è anche amore per la patria, le sue famiglie e le loro storie. Ed ecco perché Gioiella. Non partner, ma unico sostenitore autorevole del prestigioso riconoscimento, per la sua capacità di trasmettere i valori di un territorio nel mondo. Un vero e proprio intreccio narrativo dalla forte caratterizzazione etico, sociale, culturale e solidale. “Abbiamo voluto sostenere questa iniziativa perché è palcoscenico, è vetrina di valorizzazione dei talenti del territorio – spiega Andrea Brandonisio per Gioiella- è la mission della nostra azienda fortemente ancorata a una volontà di promozione dell’eccellenza e della territorialità».

E così, “Perché le cose le puoi fare- come dice Salvatore- solo se hai la forza economica che è data da imprenditori lungimiranti e con una filosofia etica fortemente ancorata ai valori, alla identità, alla valorizzazione del territorio e delle sue eccellenze” grazie all’incontro tra i tre il Magna Grecia ritorna a Gioia del Colle, nella suggestiva cornice dell’atrio del Castello Normanno Svevo, giovedì 25 luglio. Con la partecipazione straordinaria del cantautore siciliano Giovanni Caccamo, impreziosita dalle performance di balletto curate da Angela Mastrovito, direttore creativo del Premio.

Un castello di nuovo protagonista, da poco sotto la guida del nuovo direttore Fabio Galeandro che si dice orgoglioso di ospitare un evento che centra appieno l’obiettivo della valorizzazione, nella sua struttura e nel suo significato. Orgoglio condiviso anche dal Sindaco Mastrangelo e dall’Assessore alla Cultura, l’avv. Lucio Romano “Dopo lungo tempo, finalmente Gioia del Colle torna alla ribalta nazionale, offrendo la magnifica location del suo storico maniero federiciano per una serata memorabile che rimarrà nel cuore e nella memoria dei suoi giorni più belli”.

Valeria Dimola

Clicca e condividi