Gli amici degli amici

0

losapio_gioiadelcolle

Non c’è pace per la ex scuola media Losapio. Con la delibera n.15 del 16 gennaio per alcuni giorni della settimana, fino a giugno,viene concesso in comodato d’uso gratuito l’edificio dell’ex scuola media Losapio alle associazioni Sic, Accoglienza responsabile e Associazione Musicale Lamanna. Una delibera di giunta, quindi di Sindaco e Assessori, che ancora una volta non coinvolgono il Consiglio Comunale in decisioni che meritano confronto e dibattito. Si cede ancora una volta lo storico edificio pubblico, cioè di tutti, a titolo gratuito ai privati che potranno disporne e occuparlo pur in assenza di un regolamento che ne preservi l’integrità culturale. Ma, cosa ancora più grave, in assenza di quelle norme di sicurezza che hanno spinto la stessa Giunta a svuotarlo di alunni e docenti a partire proprio da questo anno scolastico. Francamente non comprendiamo le ragioni di tale atto in spregio delle più elementari regole di convivenza e trasparenza. Non comprendiamo soprattutto la continuità di gestione dell’azione amministrativa, la contiguità, con quelle precedenti. Per il caso della cessione gratuita dell’ex opificio Cassano all’Università privata LUM qualche anno fa gli stessi personaggi che oggi firmano questo atto gridarono allo scandalo e al malaffare. Riteniamo poco corretta la procedura di cessione della Losapio in assenza di un regolamento che va discusso e approvato in Consiglio Comunale. In assenza di indicazioni valide per tutti e non per pochi e, non ultima, in assenza di spiegazioni sulla disparità di trattamento nel concedere a pagamento alcune strutture del Comune e regalarne altre ai privati. E sempre senza un preventivo avviso pubblico o bando. Se non è malaffare, è sicuramente un cattivo affare per noi cittadini.

Gioia del Colle, 19 gennaio 2019

Uff. Comunicazione

Clicca e condividi