Dedicazione piazzetta a don Franco Di Maggio

0

Sabato 24 marzo p.v., alle ore 18:00, la comunità parrocchiale di Santa Maria Maggiore di Gioia del Colle, alla presenza di Mons. Francesco Cacucci, vescovo dell’Arcidiocesi Bari-Bitonto, vivrà un importante momento di fede, in occasione della benedizione della nuova mensa eucaristica che sarà collocata sull’altare maggiore della Chiesa Madre che del nuovo ambone. Degno preludio all’evento finale, quello della dedicazione della piazzetta laterale della parrocchia gioiese a Mons. Franco Di Maggio, già arciprete di Gioia del Colle dal 1949 al 1970. Sacerdote che ha lasciato un ricordo indelebile in tutta la comunità gioiese per aver guidato con fede, forza e determinazione la Chiesa e il nutrito capitolo gioiese, ma soprattutto per aver ridato splendore ad una parrocchia uscita provata dall’ultimo conflitto mondiale. Infatti, don Franco Di Maggio, sorretto dal fratello don Gaetano (vice parroco di questa parrocchia) e dall’intera comunità parrocchiale di Santa Maria Maggiore, dopo aver provveduto a rendere più bello l’interno della chiesa, con l’istallazione del nuovo organo e la realizzazione della cappella di Maria Bambina (ora del Santissimo Sacramento), si impose di ricostruire, com’era e dov’era, il campanile che crollò durante la seconda guerra mondiale e non per motivi bellici, ma strutturali.

Nel corso della Celebrazione Eucaristica presieduta da S. E. Mons. Francesco Cacucci, invece, sarà benedetta la nuova mensa eucaristica, il nuovo ambone e leggio in legno, disegnati dall’architetto Alessandro Cortese, intagliati da Donato Giunta (Dodo per tutti)  e assemblati dai maestri artigiani Luciano e Franco Lazzazara di Santeramo in Colle.

“Progetto che è stato possibile portare a termine – dichiara don Tonino Posa, parroco di Santa Maria Maggiore – grazie alla generosità della comunità parrocchiale, che ci ha aiutato a realizzare non solo la mensa ma anche l’ambone e il leggio, e così facendo abbiamo reso il presbiterio armonico e gradevole”.

Gioia del Colle, 21 marzo 2018

Uff. Comunicazione Parrocchiale

Clicca e condividi