Colpo di scena: l’Arpa aveva detto no alla sperimentazione. Ora cosa farà l’amministrazione Lucilla?

0

gioia del colle

Nuovo colpo di scena nella vicenda “Itea”. L’ex consigliere Vincenzo Lamanna ha diffuso un parere dell’Arpa del 26 gennaio scorso dove si afferma che “date le criticità evidenziate nel corso delle attività pregresse sull’impianto in questione, comunicate alle AA. CC. e ai soggetti interessati, questo servizio non ritiene consigliabile procedere ad ulteriori autorizzazioni per sperimentazione di questo tipo”. Un parere che boccia la sperimentazione dell’ossicombustione di rifiuti pericolosi (e non) nell’impianto gioiese e che mette a nudo le contraddizioni e le omissioni dell’amministrazione Lucilla.
Ora ammettiamo che Lucilla quando ha firmato il parere favorevole del 25 gennaio fosse all’oscuro del parere dell’Arpa, ma possibile che dopo non ne sia venuto a conoscenza?
Ma come nella conferenza stampa Lucilla ha parlato di una costante collaborazione con l’Arpa e nessuno gli ha detto che proprio chi dovrebbe garantire la non nocività per la salute di quella sperimentazione, l’ha già bocciata?
Insomma o l’amministrazione è composta da sprovveduti o inizia a sorgere il dubbio che qualcuno non sia proprio in buona fede. Evidentemente c’è solo un modo per dimostrare che l’amministrazione Lucilla sia solo ‘ingenua’, ovvero iniziando una azione diretta a bloccare la sperimentazione. Proprio Lucilla aveva detto in conferenza stampa che il Comune se vuole può bloccare la sperimentazione, nelle prossime ore si comprenderà di fronte a questa nuova ‘scoperta’ cosa farà la maggioranza. Darà ancora le colpe alle precedenti amministrazioni o finalmente si assumerà le proprie responsabilità di fronte ad una città sempre più sbigottita dalla realtà che sta emergendo?
Nel consiglio comunale del 5 aprile si avranno le prime risposte…
Redazione Gioia Oggi

Clicca e condividi